"Dove il Cielo è più vicino"

- Al: 28/03/2015, 00:00 | Categoria: Arte e Mostre
STAMPA

Domenica 29 marzo la Tenuta Dello Scompiglio di Vorno (Lucca) apre le porte al pubblico con un programma interamente dedicato alle arti visive, proposto dall’omonima Associazione Culturale diretta dalla performer e regista Cecilia Bertoni. Dalle ore 14.00 alle ore 18.00, nello SPE – Spazio Performatico ed Espositivo, finissage della mostra “Dove il cielo è più vicino”, progetto site-specific della artista toscana Moira Ricci a cura di Emanuela De Cecco, composto da una serie fotografica e due video che parlano della "terra" e della perdita della funzione che ha sempre avuto; nello stesso orario, apertura della stagione in cui è possibile visitare le Opere permanenti negli spazi interni ed esterni della Tenuta.

Programma della giornata
 
FINISSAGE
Moira Ricci
Dove il Cielo è più vicino
a cura di Emanuela De Cecco
 
Progetto site-specific dell’artista toscana Moira Ricci, a cura di Emanuela De Cecco, composto da una serie fotografica e due video incentrati sulla terra, la terra in crisi, sempre meno coltivata, sempre più abbandonata dai contadini che non riescono a sostenersi con il loro lavoro. “Dove il cielo è più vicino” è una traiettoria dello sguardo, una tensione, un desiderio. Come tutti i movimenti rivolti in questa direzione, può riuscire solo portando il peso verso terra. Per salire è necessario assicurarsi una base solida. Lo sanno bene gli alberi che per crescere hanno bisogno di radici salde, lo sanno gli alpinisti che hanno bisogno di punti fermi per procedere nella loro ascesa, lo sanno tutti quelli che saltano, che danzano, quelli che provano a guarire, quelli che provano a volare, quelli che pregano, sognano, quelli che vogliono cambiare, quelli che vogliono scappare, per tutti è un passaggio necessario.  “Dove il cielo è più vicino”, dice l’artista “è una preghiera al cielo, ma anche una minaccia a chi ci controlla dall'alto, è un ritratto di poderi che hanno perso la loro identità e il loro significato, è un tentativo di fuga e allo stesso tempo l'incapacità di metterla in atto”.
 
Opere permanenti
Camera #3, installazione di Cecilia Bertoni e Claire Guerrier con Carl G. Beukman; L'Attesa di Cecilia Bertoni;
In sosta di f.marquespenteado; There is not a priori answer to this dilemma (The Dolphin Hotel) di Francesca Banchelli; W18S di Antonio Rovaldi e Ettore Favini; Un Esilio di Valentina Vetturi; mostra collettiva Il Cimitero della Memoria; Arie per lo Scompiglio di Alfredo Pirri; Colours Passing Through Perceptions of Shadow and Light di Maurizio Nannucci.
 
Nello SPE dalle ore 14.00, è inoltre visitabile “N O T E S P A R S E”, mostra fotografica e video installazione di Silvia Lelli e Roberto Masotti (1997- 2006), in cui si propone una serie di immagini provenienti dalla scena e dalla musica che formano una visione personale e poetica. Fino al 5 luglio.

Contatti

redazione@luccacitta.net
mob. 320.8428413
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK