La Garmugia

Ricetta tipica della città di Lucca e della provincia

| di Tommaso Giusti
| Categoria: Enogastronomia
STAMPA
La Garmugia lucchese

Ingredienti:

4 cipolline novelle
100 g di pancetta stesa (rigatino)
100 g di macinato magro di vitellone
1 tazza di piselli freschi sgranati
6 carciofi "morelli" mondati e tagliati a fettine sottili
1 tazza di asparagi tagliati a piccoli pezzetti
1 tazza di fave sgusciate
1 litro di brodo di carne
150 g di pane casalingo raffermo
90 g di olio extra vergine di oliva delle colline lucchesi
1 bicchiere di vino bianco secco delle colline lucchesi
sale e pepe nero

Preparazione:

Pulire le cipolline e tagliarle finemente. Lasciarle imbiondire in un tegame assieme all'olio extra vergine di oliva. Aggiungere quindi la pancetta tagliata a dadini e la carne macinata. Fare rosolare, bagnando con un bicchiere di vino bianco. Quando è evaporato, mettere tutte le verdure e lasciarle stufare per circa 15 minuti. Aggiungere un poco di sale, pepe nero e brodo di carne ben caldo. Proseguire la cottura a fuoco lento per 30 minuti. Tagliare il pane a piccoli cubetti e farli tostare in forno. Servire la garmugia in scodelle individuali, accompagnando con i crostini di pane.

N.B.: La garmugia è una minestra che dura lo spazio di una primavera, perché è importante che ogni ingrediente utilizzato sia fresco e solo in questa stagione è possibile reperire contemporaneamente tutto il necessario.

Tommaso Giusti

Contatti

redazione@luccacitta.net
mob. 320.8428413
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK