IN TANTI ALL'INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA 'LONELY BRAINS' DI ELIO LUTRI A VILLA MAZZAROSA

Evento di apertura di Lucca Undeground Festival

| Categoria: Arte
STAMPA
lonely brains

Tante persone hanno partecipato sabato scorso all'inaugurazione della mostra "Lonely Brains" di Elio Lutri allestita a Villa Mazzarosa a Segromigno in Monte, che ha costituito l'evento di apertura di Lucca Underground Festival.

Presenti al taglio del nastro, oltre all'autore, il sindaco Luca Menesini, l'assessore alla cultura Silvia Amadei, Vittorio Silvestrini proprietario di Villa Mazzarosa, Riccarda Bernacchi storica dell'arte e Gianmarco Caselli ideatore e direttore del Lucca Underground Festival che ha composto le musiche che accompagnano i visitatori della mostra realizzate con l'elettronica, il pianoforte e suoni catturati appositamente dalla Fernsehturm di Berlino.

Nell'occasione a Elio Lutri è stata consegnata anche una targa-riconoscimento come artista lucchese underground da parte di Lucca Underground Festival e Comune di Capannori.

L'esposizione tratta dei cervelli che hanno determinato una svolta nella storia. "Cervelli che – come spiega lo stesso autore - sono rimasti solitari nella loro semplicità e che hanno fatto cose senza clamore e a cui solo il tempo ha reso giustizia. Cervelli di fantasia, irreali e non materici, che sono serviti solo a raccontare storie fantascientifiche altrettanto irreali e non materiche". A loro è dedicata questa mostra: Albert Einstein, William Seward Burroughs, Simon Rodia ed altro ancora, il tutto in 10 pannelli polimaterici che occupano le prime due stanze. La terza sala, infine, è dedicata allo svago ed alla spensieratezza.

La mostra è visitabile sabato 6 ottobre, domenica 7 ottobre, sabato 13 ottobre e domenica 14 ottobre dalla 10.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19. Ingresso libero. I visitatori possono anche ritirare il catalogo.

Lucca Underground festival proseguirà sabato 20 ottobre al centro culturale Artèmisia di Tassignano dove alle 17.30 è in programma la presentazione del libro e del dvd allegato "I figli dello stupore. La beat generation in Italia" con la partecipazione del curatore Alessandro Manca e del regista Francesco Tabarelli.

Il terzo evento del Festival sarà dedicato alla musica: sabato 27 ottobre alle 17.30 al centro culturale Artémisia si terrà l'attesissimo incontro con Massimo Zamboni - artista musicale-chitarrista ex CCCP/CSI che eseguirà anche alcuni brani.


"Lucca Underground Festival 2018" è promosso dall'Associazione V.A.G.A. (Visioni Atipiche Giovani Artisti) con il patrocinio e il contributo del Comune di Capannori, il contributo della Fondazione Cassa Risparmio di Lucca, Arci Lucca e Versilia e la collaborazione della Provincia di Lucca.

Contatti

redazione@luccacitta.net
mob. 320.8428413
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK