Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Come risparmiare sull’installazione di un montascale

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Installare un montascale non è un’operazione particolarmente invasiva o costosa, come si potrebbe pensare. Secondo la normativa, infatti, l’apparecchiatura deve poter funzionare anche in caso di mancanza o interruzione di energia elettrica: ne consegue che l’alimentazione avviene per mezzo di una batteria dedicata, il che ne rende molto più semplice il montaggio stesso.

Le aziende che si occupano di montascale, ad oggi, sono davvero tante e dislocate su tutto il territorio nazionale. Più la ricerca è precisa, maggiori possibilità si hanno di trovare una ditta nella propria zona. Per una regione vasta come la Toscana, ad esempio, è necessario delimitare tale ricerca sul web, ad esempio inserendo la frase specifica: “installare un montascale a Lucca“. Tra i nomi più noti, comparirà Archimede Montascale, che opera sia a Lucca che in provincia, nonché in altre città toscane. Ciò consente di localizzare maggiormente la location di proprio interesse per interventi mirati.

Le installazioni di questi dispositivi possono avvenire sia all’interno di un condominio che di un centro commerciale, o persino all’esterno e sono di svariate tipologie. I montascale più semplici sono quelli a pedana, richiudibili e in grado di sostenere carrozzine di anziani e disabili; vi sono poi quelli dotati di sedile, su cui il soggetto può sedere comodamente, a patto di avere la libertà fisica di farlo; quelli a pedanetta sono ideali per chi, invece, non riesca a piegarsi e debba procedere in piedi alla salita (o alla discesa); infine, i montascale a soffitto costituiscono la soluzione ottimale per rampe di scale anguste che non consentano di collocare alcuna struttura lungo il corrimano. A seconda della tipologia e delle opzioni presenti, il costo può variare anche di centinaia di euro, ma se si vuole risparmiare si può scegliere un modello rigenerato: ciò non ne abbassa di certo la qualità e il prodotto sarà, anzi, sottoposto a controlli severissimi per soddisfare gli standard di sicurezza

Bisogna anche tenere conto che la spesa, in caso di condominio, sarà ripartita tra tutti gli abitanti e ne basterà la maggioranza per l’approvazione dei lavori. Qualora si tratti di una casa privata, invece, è possibile approfittare di interessanti agevolazioni fiscali, con tassi d’interesse che lo Stato provvederà a rendere accessibili a tutti, specie in caso di finanziamento. In molti casi, infatti, l’azienda richiede un anticipo minimo e rateizza l’importo totale anche nel corso di qualche anno: basterà dimostrare l’effettiva necessità e impossibilità fisica del soggetto richiedente. In tal senso, con le relative fatture si potrà anche detrarre dalle imposte il 19% della spesa complessiva. Anche l’IVA presenta agevolazioni importanti e può essere applicata al 4%. Infine, lo Stato offre il suo contributo in caso di impianti privati, a seguito di domanda specifica presso il Comune di residenza corredata da certificato medico relativo.

Tutte queste facilitazioni sono indispensabili per soddisfare i bisogni di tutti coloro i quali, pur avendo difficoltà fisiche o disabilità specifiche, vogliano comunque essere indipendenti nei movimenti e accedere a infrastrutture pubbliche o private. L’uso di telecomandi e leve, facilmente attivabili da loro stessi, costituiscono gli strumenti principali per queste persone, che potranno beneficiare di un montascale personalizzato sia per quanto riguarda il tipo di struttura che lo spazio a disposizione sulla rampa.

Contatti

redazione@luccacitta.net
mob. 320.8428413
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK