Campo di Marte, Tambellini: "No ad operazioni di tipo speculativo"

| Categoria: Attualità
STAMPA

Sulla destinazione dell'area ex campo di Marte interviene anche il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini: "I tre pilastri su cui deve basarsi la progettazione sono: 1 - riqualificazione urbanistica, 2 - no alla speculazione, 3 - massima funzionalità delle funzioni socio-sanitarie".

“Sulla destinazione dell’area ex Campo di Marte il compito specifico del Comune è quello di definire le funzioni che qui troveranno sede e come amministrazione comunale abbiamo indicato come prioritarie quella sanitario-assistenziale, la scolastica e di formazione, una funzione legata alla salute e al benessere e quella relativa agli uffici pubblici, come ad esempio la previsione dello spostamento qui della questura".

"Nel frattempo - aggiunge Tambellini - credo sia utile ribadire quelli che riteniamo essere i tre pilastri fondamentali su cui poggiare qualsiasi progetto per Campo di Marte e sui quali il Comune, che è aperto per altri versi a valutare ogni proposta di buon senso, non transigerà in alcun modo.
Qualsiasi progetto su Campo di Marte deve produrre la riqualificazione urbanistica del luogo dell’ex ospedale, che gode di una collocazione strategica a due passi dalle mura urbane e che dovrà aprirsi nei confronti del resto del territorio. Non saranno possibili in alcun modo operazioni di tipo speculativo: questo spazio urbano deve potere avere una sua evoluzione naturale da luogo di cura come era ed è stato fino a pochi mesi fa a luogo principalmente di salute, di benessere e formazione.
Le funzioni pubbliche devono prevalere e deve prevalere l’uso pubblico che si farà di questi spazi. In questo contesto dovrà essere garantita la massima funzionalità per i servizi socio-sanitari".

"Sulla specifica questione del nuovo edificio da destinare ai servizi territoriali, ho registrato in questi giorni le differenti posizioni  espresse dal presidente della Provincia e dal direttore generale dell’azienda Usl e intendo approfondire con entrambi le ragioni all’origine di queste diverse valutazioni, fermo restando che ogni ragionamento che andremo a fare si dovrà necessariamente inserire nella cornice tracciata".

"E proprio a questo riguardo - conclude - come è noto  abbiamo affidato a Sinloc uno studio di approfondimento economico-finanziario sulle priorità che abbiamo indicato: a breve avremo i risultati di questa analisi che presenteremo in una occasione pubblica, in modo che possano essere ampiamente condivisi e valutati dal consiglio comunale  e dalla cittadinanza”.

Contatti

redazione@luccacitta.net
mob. 320.8428413
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK