Notte Bianca sulle note di dance, ska, pop e rock

Si balla in piazza Santa Maria

| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Dopo anni di assenza e di lontananza, tornano a Lucca i...Killer Queen. Sarà infatti la tribute band ufficiale dei Queen in Italia a chiudere la notte bianca per le Mura in piazza Santa Maria, tra un frate e l'altro. Si riconferma così la qualità musicale della serata dedicata al monumento cinquecentenario, con una chiusura in grande stile.
Una notte all'insegna della buona musica. La Notte bianca per le Mura è anche, e soprattutto, questo. La città risuonerà di note, le più diverse e le più lontane tra di loro, capaci però di creare un unico suggestivo percorso che da piazza San Francesco (dove si esibiranno Giandomenico Anellino, Nuova Compagnia di Canto Popolare e band lucchesi anni '60/'70) porti in piazza Napoleone con Giulio D'Agnello, Progetto in La Minore e, infine, in piazza Santa Maria con rock, pop, dance e ska. Studio 54, The BankRobbers Ska e, per l'appunto, Killer Queen. Una miscela esplosiva di luci, bassi e batterie che si rincorrono, voci in grado di raggiungere qualsiasi tonalità e di far vibrare l'anima con novità creative appena composte (come nel caso dei BankRobbers Ska) e con le suggestioni più belle della musica rock e dance degli anni '70 e '80, come le note indimenticabili di Freddy Mercury.  L'appuntamento è alle 22 in piazza Santa Maria con la musica dance in voga negli anni Settanta. Loro sono Indra, Serena, Massimo, Matteo, Emanuele, Davide e formano gli Studio 54, una band fuori dal comune, capace di far ballare e divertire.
Si chiama “Folgen” ed è il secondo album dei Bankrobbers, la band lucchese che sta portando la sua musica Ska 2tone in giro per l'Europa. Saranno loro a far scatenare tutta piazza Santa Maria. E nell'occasione presenteranno alla città anche il loro secondo lavoro, “Folgen” per l'appunto, che li sta rendendo apprezzati e famosi sulla scena internazionale. I BankRobbers Ska, infatti, sono considerati da più parti i migliori tra le ska band emergenti presenti nel panorama italiano: loro ci credono sì e no, vivono questa esperienza a metà tra realtà e sogno, ma con le idee ben chiare. I protagonisti di questo “sogno” sono otto ragazzi, il gruppo nasce nel settembre 2010 e nel giro di poco  riesce a collezionare riconoscimenti e concerti sparsi in tutta Italia e nei più importanti Festival di musica Ska del mondo, grazie soprattutto al loro mix esplosivo: tromba, batteria, chitarra,  in una mescolanza perfetta tra strumentazioni elettriche e i fiati, con l'unico obiettivo di fare ska nel modo meno artificiale possibile.
Ma la serata in piazza Santa Maria non finisce qua. Dopo i BankRobbers, infatti, sarà la volta dei Killer Queen, che chiuderanno la Notte bianca suonando fino alle due di notte. Quando si presentano in giro per l'Italia fanno sempre una premessa per loro molto importante: «i Queen sono e saranno per sempre inimitabili!». Un po' come a dire che non sta tanto nella somiglianza (fisica e canora) l'unità di misura di una tribute band, ma nella capacità di incarnare lo spirito, interpretare il pensiero e infondere nel pubblico la vera natura artistica di quei pezzi che hanno fatto la storia della musica mondiale.

Musica sotto le stelle
Nel cuore delle Mura dalle 22 a mezzanotte ci saranno gli Actias Luna, una formazione di cinque elementi (Elisa Mennichelli, Riccardo Massagli, Francesco Massagli, Giovanni Nocera e Gerardo Francesconi), attiva dal 1999 che, a seconda dei progetti in atto, si allarga fino a formare una vera e propria orchestrina. Actias Luna, proprio come la farfalla notturna, la farfalla inquieta delle terre del sogno. Li troveremo nel Sotterraneo del Baluardo San Regolo con lo spettacolo “La città delle storie strane”. Concerto narrativo e Visuale in collaborazione con la pagina Facebook “Conoscere Lucca”. Divisa in otto capitoli, la narrazione aprirà scorci sulla storia delle mura e della città, illustrati dalle canzoni degli Actias Luna e dagli scatti dei fotografi della pagina Fb. Dettagli, suoni e visioni a-tipici della città millenaria che festeggia i 500 anni delle sue mura.

E per chi ama la storia non poteva mancare un tuffo a fine Ottocento. L'atmosfera è quella della Belle Epoque e le musiche sono quelle scelte da celebri operette, romanze “da salotto” e grandi canzoni del passato con interpreti in abiti d'epoca. Il tutto dalle 22 alle 24 in piazzetta dell'Arancio, grazie alla sapienza creativa e musicale dell'Associazione culturale “Belle Epoque”.

Contatti

redazione@luccacitta.net
mob. 320.8428413
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK