Betti (SìAmoLucca): "Anche il senatore Marcucci (Pd) ha votato a favore del taglio dei fondi per i quartieri social

| Categoria: Politica
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

SìAmoLucca rivela che anche il senatore del Pd Andrea Marcucci ha votato a favore del taglio dei fondi governativi che colpisce i progetti dei quartieri social di San Vito e San Concordio, nonostante abbia protestato per l'accaduto. "Marcucci, con una dichiarazione a caldo, si è scagliato sul taglio dei fondi deciso dal Governo, e che riguarda anche i progetti per i quartieri social di San Concordio e San Vito" sostiene la lista civica.  "È il primo 'regalo' per Lucca - ha dichiarato infatti testualmente Marcucci alla stampa -. La decisione del governo M5S-Lega, sul decreto milleproroghe - ha poi aggiunto - toglie 3,8 miliardi alle città, fondi già assegnati alle periferie. Lucca è particolarmente colpita, perchè questi finanziamenti riguardano anche gli interventi su San Concordio e San Vito, in fase di avanzata progettazione". "Ci sembrava che queste dichiarazioni pubblicate dalla stampa fossero un giusto sfogo su quanto avvenuto - commenta Roberta Betti, segretario politico di SìAmoLucca - finchè non abbiamo scoperto, come risulta dagli atti ufficiali della seduta del Senato in questione, consultabile da tutti on line, che anche Marcucci ha votato a favore del blocco dei fondi. Ma perchè il senatore ha criticato il taglio, nascondendoci il fatto che invece lo ha avallato anche lui? Che credibilità possono avere le istituzioni in questo Paese se si attacca una scelta che si è contribuito a far passare? Restiamo allibiti. Cosa ne penseranno il sindaco Tambellini (secondo cui il Governo con quel voto ha preso un brutto colpo di calore) e la maggioranza di centrosinistra che purtroppo regge le sorti del nostro Comune? Una figuretta meschina".

Contatti

redazione@luccacitta.net
mob. 320.8428413
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK