Partecipa a LuccaCittà.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Italia vs Francia: la sfida (alla cieca) dei vini finisce con un pareggio

Cena-confronto a Le Palme di Santo Stefano di Camastra: i piatti proposti dallo chef erano abbinati, alla cieca da due etichette italiane e francesi

Condividi su:

Né vincitori né vinti, ma solo grandi vini. Questo è il risultato del confronto tra etichette italiane e francesi che ha animato la cena a Le Palme Cafè di Santo Stefano di Camastra in provincia di Messina. 

L’evento è stato organizzato in collaborazione con Teatro del Vino, azienda specializzata nella distribuzione di vini italiani ed esteri che oggi può vantare, senza alcun dubbio, una delle migliori selezioni di etichette presenti sul mercato italiano. In catalogo ci sono una quarantina di produttori nazionali e altrettanti stranieri, in grandissima parte francesi. Il punto di forza è la chiara filosofia aziendale, basata sulla scelta di vini con precise qualità: bevibilità, territorialità, carattere, eleganza e umanità. La cena si è tenuta con una formula particolare che prevedeva non solo l’abbinamento cibo-vino, ma anche un confronto tra territori italiani e francesi. Ogni piatto è stato accompagnato da due referenze, bevute alla cieca, una italiana e una francese e, di volta in volta, i partecipanti hanno espresso pareri e preferenze. Scoperte poi le etichette, Mario Galleni, uno dei titolari di Teatro del Vino venuto da Firenze per l’occasione, ha spiegato le caratteristiche dei territori e dei vini.

Tra i presenti c’era anche Mattia Zordan, titolare di Cascina Maddalena, cantina di Lugana di Sirmione che ha partecipato alla serata con un ottimo bianco. Grandissimo è stato l’interesse dei partecipanti che si sono trattenuti fino a tarda notte discutendo e riassaggiando i vini, otto in tutto più uno dolce in chiusura. I piatti sono stati preparati da Martina Lazzara, titolare di Le Palme Cafè insieme al fratello Ninni, contentissimo della serata e orgoglioso di poter ospitare una realtà importante come Teatro del Vino e un giovane e bravissimo produttore come Mattia Zordan.

Condividi su:

Seguici su Facebook