Gli Eagles danno il via al Summer Festival

Successo per il concerto di apertura della manifestazione, unica data italiana della storica band americana. E il Summer "prende il volo"

| di Nicolò Giusti
| Categoria: Arte
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Un inizio col botto per la 17ª edizione del Lucca Summer Festival, che apre le danze con lo storico gruppo americano "Eagles".
Appuntamento imperdibile per chi è cresciuto ascoltando la loro musica che, tuttora, continua ad influenzare, corteggiare ad ammaliare le nuove generazioni.

Ieri, mercoledì 2 luglio, sono accorsi in migliaia da tutto lo stivale per assistere al concerto, unica data italiana della band nata nel 1971.

Le code presso i vari ingressi di Piazza Napoleone sono iniziate già nel pomeriggio, quando gli 8.000 fan e appassionati, hanno cominciato ad accalcarsi vicino le transenne, per accaparrarsi il miglior posto.



L'apertura dei "gate" è avvenuta con un leggero ritardo, poco prima delle 20.00, e un po' a rilento per permettere agli steward e agli uomini disposti agli ingressi di prendere dimestichezza con i lettori ottici dei biglietti.



La folla, fino a pochi minuti prima accalcata agli ingressi, si è riversata in Piazza Grande per assistere al grande show degli Eagles che hanno virtualmente "tagliato il nastro" e inaugurato l'edizione 2014 del Summer.




In attesa del concerto sono stati in molti ad utilizzare l'hashtag #LuccaSummer per inviare foto, commenti e post (anche chi non era fisicamente presente), che sono stati poi pubblicati sui mega-schermi del palcoscenico.




Ad assistere al concerto il cantautore italiano Zucchero Fornaciari, "paparazzato" in un selfie, subito inviato con l'hashtag.
Anche lui a Lucca per assistere alla grande esibizione italiana delle "aquile americane".



Scattate le ore 21.00, il pubblico ha iniziato a fremere per la band che, come tutti i grandi artisti sono soliti fare, si è fatta attendere "il quarto d'ora accademico".
Ad annunciare l'ingresso sul palco, l'immagine di "History of the Eagles" apparsa sugli schermi.



Piano piano Glenn Frey, Don Henley, Joe Walsh, Timothy Schmit hanno preso posizione ed hanno salutato Lucca con "How Long", incendiando letteralmente l'intera piazza che ha accolto la band con un boato.



Grandi classici come "Tequila Sunrise", "Lyin' Eyes", "In the City", "I Can't tell you why", "Those shoes", "Rocky Mountain Way" hanno invasocolorato, emozionato e riscaldato Piazza Grande e fatto cantare tutto il pubblico presente.

Immancabile poi la famosa "Hotel California".



A chiusura della splendida esibizione, "Desperado" che, come ha scritto uno spettatore utilizzando l'hashtag #LuccaSummer: "Più che un finale, un insegnamento di vita".



Inizio da SOLD OUT quindi, per il Lucca Summer Festival, che dà il via ad un mese di grande musica italiana ed internazionale, nella nostra città.

Il prossimo concerto si terrà il 7 luglio con "An evening of guitar", evento gratuito.
QUI il calendario completo.

Di seguito alcune immagini della serata.

 

Nicolò Giusti

Contatti

redazione@luccacitta.net
mob. 320.8428413
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK