Partecipa a LuccaCittà.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Ristorante San Colombano

Musica e alta cucina per i quindici anni di attività del Ristorante San Colombano Un eccellenza cittadina di cui andare fieri Oltre cinquecento invitati presenti al ricevimento

Condividi su:

Musica e alta cucina per i quindici anni di attività

del Ristorante San Colombano

Un eccellenza cittadina di cui andare fieri

Oltre cinquecento invitati presenti al ricevimento

LUCCA: nella splendida location del Ristorante San Colombano, situato sulle mura urbane, si è tenuta la grande festa di compleanno per i quindici anni di attività del locale.

Oltre cinquecento gli ospiti presenti: amici, clienti storici, ma anche autorità, nomi e volti noti cittadini, personaggi del mondo dello spettacolo cittadino e non.

La serata, per altro calda, che ha permesso di poter godere anche dell'ambiente esterno gradevolmente allestito ed illuminato da suggestive fiaccole è stata allietata nella prima parte da musica di sottofondo al quale ha fatto seguito il graditissimo Recital Pop e Lirico dei cantanti Elisabetta Della Santa e Fabio Ciardella, coppia lucchese di artisti e nella vita; cantanti che si esibiscono nei teatri di tutta Europa.

Servizio impeccabile e tantissime le portate realizzate dal noto Chef Giuseppe Da Prato, originario di Massarosa, dai piatti tipici lucchesi alle prelibatezze di alta cucina: all'angolo dei formaggi a quello dell'orcino, alla polenta garfagnina con salsa di formaggio tartufata, all'angolo del pescatore a quello del pane , primi, secondi ed un grandissimo dolce di auguri per tutti gli intervenuti, il tutto accompagnato dai vini pregiati e champagne serviti dai sommelier.

La famiglia Carmassi e lo staff del ristorante, hanno superato se stessi e la fama che già il noto ristorante ha, sia nell'organizzazione, efficienza e scenografico allestimento, dimostrando ancora una volta di essere una vera eccellenza cittadina di cui andare fieri.

Un grazie da parte di tutti da parte di tutti gli intervenuti.

Condividi su:

Seguici su Facebook