Partecipa a LuccaCittà.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Cambiare serratura, ecco quando conviene farlo

Condividi su:

Ci sono delle situazioni in cui non si può tergiversare più di tanto e prendere delle decisioni importanti di carattere tipicamente pratico. Stiamo facendo riferimento, ad esempio, al fatto di provvedere alla sostituzione della serratura della propria abitazione.

È chiaro che si tratta di un’operazione che non può essere svolta in totale autonomia, a meno di non avere un notevole livello di esperienza in tal senso. Ecco spiegato il motivo per cui la soluzione migliore su cui puntare è sempre quella di affidarsi a chi ha le competenze prima di tutto per comprendere il problema e la situazione, come ad esempio un fabbro esperto e capace, che si può trovare anche sulla piattaforma Fabbroetruria.it.

Chiavi di casa perse o problemi ad aprire la serratura

Uno degli esempi chiaramente più diffusi e facili da sottolineare è quello relativo alla perdita delle chiavi della propria abitazione. Anzi, i casi peggiori sono quelli in cui si ha la preoccupazione che qualcuno possa averle addirittura rubate.

Ecco, in questi casi, la prima cosa da fare è quella di far sostituire la serratura della porta della propria abitazione. Questo semplicemente per via del fatto che se non si ha la più pallida idea di chi possa averle prese, si corre il rischio che qualche malintenzionato sfrutti a suo vantaggio tale situazione e provi ad entrare in casa.

In altri casi, può capitare che la serratura si sia rovinata per colpa dell’usura. In tutte queste situazioni, è certamente più facile per dei ladri introdursi all’interno di un’abitazione forzando una serratura che non è sicuramente così affidabile come un tempo. Se l’usura ha danneggiato la serratura, è chiaro che ci vuole davvero poco per vederla cedere.

Se non si trattasse dei ladri, il problema potrebbe insorgere anche per via del fatto che la chiave si potrebbe rompere, prima o poi, all’interno della serratura. In questi casi, sarebbe scontato rimanere chiusi fuori casa, senza la possibilità di accedere alla propria abitazione perché la chiave si è rotta all’interno della serratura.

Una questione di sicurezza oppure è in atto una ristrutturazione

È chiaro che uno dei tanti motivi che possono portare a considerare la sostituzione della serratura di una porta di casa è rappresentato dall’intenzione di alzare il livello di sicurezza della propria abitazione. Sia in caso di porta di legno che di un modello blindato, se l’obiettivo è quello di aumentare l’affidabilità e la sicurezza, è necessario prendere in considerazione la sostituzione della serratura.

Nel caso in cui la porta sia stata realizzata in legno, ecco che si possono apportare modifiche direttamente alla serratura che già esiste, oppure applicarne una dotata di sbarra. In questo modo, è chiaro che anche i malintenzionati avranno molte più difficoltà ad accedere all’abitazione, visto che dovranno affrontare non solo più serrature, ma anche prodotti decisamente più complessi da forzare.

Nel caso in cui, invece, si dovesse avere a disposizione una porta blindata dotata di serratura a doppia mappa, ecco che il malintenzionato impiegherà ben poco a forzare la serratura e a infilarsi in casa. Di conseguenza, non è difficile intuire come sia necessario cambiare la serratura il prima possibile, aggiungendo una nuova con tanto di cilindro europeo classe di sicurezza quantomeno 6, magari anche con tessera di duplicazione che risulta essere protetta con un brevetto attivo.

Anche nel caso in cui si dovessero eseguire dei lavori di ristrutturazione della propria abitazione, ecco che capita di lasciare dei duplicati delle chiavi ai vari professionisti come idraulici, imbianchini, falegnami e molti altri ancora. In queste situazioni, sempre per motivi di sicurezza, la cosa migliore da fare è sostituire la serratura della porta di casa.

Condividi su:

Seguici su Facebook