Partecipa a LuccaCittà.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Sosta al San Luca 1 € l'ora, gratis per donatori e disabili

Sancite le "tariffe" per il parcheggio del Nuovo Ospedale: esenti anche accompagnatori, dipendenti e chi ricorre a dialisi

Condividi su:

Fumata bianca da questo nuovo incontro sulle tariffe dei parcheggi nei quattro nuovi ospedali. Dall'incontro che si è tenuto a fine mattinata a Prato è scaturito un accordo del quale l'assessore al diritto alla salute Luigi Marroni si è detto "molto soddisfatto". "Esprimo soddisfazione e ringraziamento per la collaborazione e il supporto avuti sia dai sindaci che dai concessionari - ha detto Marroni - Non era facile. Abbiamo trovato una soluzione equa e sostenibile, che tiene conto delle esigenze dei cittadini e di quelle dei gestori". Ecco quanto hanno concordato assessore, direttori generali delle 4 aziende sanitarie interessate, sindaci dei 5 Comuni, rappresentanti di Sat e Ge.Sat:

- la tariffa del parcheggio sarà di 1 euro l'ora, con un tetto massimo di 4 euro al giorno;

- i primi 20 minuti saranno gratuiti;

- ci sarà 1 ora gratuita per le visite nell'ora del passo: Pistoia ha scelto 12.30-13.30, Prato 19-20; Lucca e Massa Carrara si sono riservate di decidere quando sarà il momento;

- la notte dalle 22 alle 6 del mattino dopo, tariffa unica di 2.50 euro;

- per i dipendenti delle Asl il parcheggio è gratuito;

- parcheggio gratuito anche per chi accompagna qualcuno al pronto soccorso, per i donatori di sangue, per chi fa dialisi (per i disabili con contrassegno è comunque gratuito);

- per il personale delle cooperative e delle aziende che lavorano per il concessionario saranno riservati 25 posti gratuiti in ciascun parcheggio, in attesa di definire un accordo tra concessionario e singoli datori di lavoro.

Tra un mese, assessore, direttori generali delle aziende, sindaci e gestori si incontreranno di nuovo per monitorare l'andamento della situazione e fare eventuali aggiustamenti che si renderanno necessari.

All'incontro di erano presenti tutte le persone che avevano partecipato lunedì scorso in assessorato. Per Lucca hanno presenziato il direttore generale dell'ASL 2 Antonio D'Urso, il Sindaco Alessandro Tambellini e l'assessore ai lavori pubblici Francesca Pierotti.

Con loro anche i direttori generali delle altre aziende sanitarie interessate, Maria Teresa De Lauretis (Asl 1 Massa Carrara), Roberto Abati (Asl 3 Pistoia), Edoardo Majno (Asl 4 Prato e presidente Sior, il Sistema integrato ospedali toscani).
Per i Comuni, erano presenti i i sindaci di Pistoia, Samuele Bertinelli, l'assessore alle politiche sanitarie del Comune di Prato Dante Mondanelli, l'assessore alle finanze del Comune di Massa, Giovanni Nutini. Per la Sat spa, la società che ha progettato e realizzato i 4 ospedali, il direttore Giovanni Cataldi, e l'amministratore di Ge.Sat, la società che gestisce i servizi non sanitari dei 4 ospedali, Luca Pecchio.

Di seguito la dichiarazione di Tambellini:

In linea con gli altri sindaci dei comuni interessati dall’apertura di nuovi presidi ospedalieri – Pistoia, Prato Massa e Carrara – ci siamo confrontati con il concessionario del parcheggio a servizio dell’Ospedale San Luca con l’obiettivo di trovare soluzioni a tutela dei lavoratori presso il nuovo ospedale e la cittadinanza tutta. Per i lavoratori Asl dell’Ospedale la sosta è gratuita, ma per noi era importante che i lavoratori della cooperative che presteranno servizio al presidio non dovessero pagare la sosta, per cui, per il personale delle cooperative saranno riservati 25 posti gratuiti in ciascun parcheggio, così come gratuiti saranno alcuni stalli dedicati agli accessi al Pronto Soccorso, per i donatori di sangue e per chi fa dialisi.

Sempre in condivisione con gli altri sindaci siamo riusciti a garantire la sosta gratuita per i primi 20 minuti. Vi sarà poi nella giornata un’ora al giorno di sosta gratis, in una fascia che dovrà essere stabilita successivamente, possibilmente coincidente con l’orario del passo diurno o serale.  Inoltre abbiamo trovato con il concessionario una mediazione sulla tariffa totale giornaliera, per una spesa massima di 4 euro di contro ai 6 euro inizialmente previsti. La tariffa per un’ora di sosta sarà di 1 euro, anziché 1,50 euro mentre, nella fascia notturna, la tariffa sarà di 2,50 euro dalle 22 alle ore 6.

C’è da sottolineare che i risultati raggiunti rappresentano il frutto di un confronto con il concessionario e che solo grazie alla ragionevolezza di tutti siamo riusciti ad ottenere questi traguardi. Ritengo che quanto deciso questa mattina rappresenti il massimo di ciò che potevamo ottenere tenendo al centro, come amministratori, l’interesse dei cittadini.

Condividi su:

Seguici su Facebook