Nuove limitazioni alla musica dal vivo: la rabbia di Confcommercio

"Un provvedimento punitivo e restrittivo nei confronti di chi si adopera per offrire attrattive e momenti di divertimento”

| Categoria: Attualità
STAMPA

Sembra la trama di "Footloose": in un piccolo paese di provincia, musica e ballo sono proibiti con specifici ordinanze perché elementi che possono corrompere e traviare i giovani.
Invece è una situazione molto simile a quella in cui verte adesso Lucca, con la nuova ordinanza della Regione contro l'inquinamento acustico.

Decisa la reazione di Confcommercio poiché questo nuovo regolamento va a limitare notevolmente i poteri dei Comuni in materia di deroghe per lo svolgimento di manifestazioni all’aperto che prevedano emissioni di musica e superamenti dei decibel previsti per legge. 


“Provvedimento oltremodo punitivo e restrittivo per gli imprenditori del settore pubblici esercizi - si legge in una nota di Confcommercio - Mentre da più parti, Confcommercio in testa, si invitano le varie amministrazioni a incentivare azioni di promozione turistica, ormai più o meno giudicata in maniera unanime come l’unica, vera risorsa per il rilancio dell’economia, ecco che dalla Regione arriva una decisione di segnale completamente opposto”.

“Il nuovo regolamento regionale –
prosegue la nota – è sbagliato nella sostanza e nella forma, in quanto non concertato con le associazioni di categoria, e pure ingiusto nei confronti dei luoghi di divertimento toscani, considerando che in altre Regioni, come ad esempio l’Emilia Romagna, viene invece giustamente aiutato chi si adopera per offrire attrattive e momenti di divertimento”.

“Prendiamo il caso concreto del territorio provinciale di Lucca - 
insiste Confcommercio - si passa da una Garfagnana che offre eventi come la Settimana del Commercio di Castelnuovo, a un centro storico di Lucca con i suoi locali che fanno musica dal vivo, per arrivare fino a Viareggio e la Versilia, che da Torre del Lago a Forte dei Marmi presentano tantissime opzioni di divertimento che spaziano dalla classica discoteca del territorio di Pietrasanta al locale all’aperto delle Marine”.

“A tutte le amministrazioni comunali del nostro territorio
– continua la nota – rivolgiamo un doppio appello: in primis, a unire subito le forze per far sentire alla Regione la rabbia compatta e univoca degli operatori. E in secondo luogo, a lavorare sui rispettivi piani di classificazione acustica, elemento propedeutico all’applicazione del regolamento regionale, così da tener conto delle esigenze dei pubblici esercizi. Amministratori, se non si cambia il turismo muore”.

La Confcommercio regionale, intanto, si è già messa al lavoro per preparare una serie di controdeduzioni da esporre alla Regione.

Anche il Sindaco Tamballini si è espresso a riguardo, facendosi portavoce con l’assessore all’Ambiente della Regione Toscana, Annarita Bramerini, dei sentimenti registrati a Lucca dalle associazioni di categoria.

“Ho trovato nell’assessore un interlocutore attento alle esigenze del nostro territorio e mi ha confermato la piena disponibilità da parte della Regione a ridiscutere con Anci e le categorie alcune deroghe utili per far sì che non sia penalizzata l’attività degli esercenti, anche in vista anche delle feste delle prossime settimane che aprono di fatto la stagione turistica anche per la nostra città – spiega il sindaco Tambellini -  Quel regolamento non è comunque stato pensato dalla Regione per colpire le categorie del commercio, ma per la difesa della salute. Per questo c’è ampia disponibilità da parte degli enti coinvolti ad intervenire in tempi utili per le modifiche che si rendono necessarie per evitare conseguenze negative sul commercio”


Che sia necessario l'intervento Kevin Bacon, nei panni di Ren McCormack, e che ha recentemente riproposto il famoso balletto di "Footloose"?

Contatti

redazione@luccacitta.net
mob. 320.8428413
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK