Partecipa a LuccaCittà.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Confermata attivazione graduale del San Luca

Condividi su:

Il Nuovo Ospedale “San Luca” comincia a “vivere”.

Mentre il percorso autorizzativo e dei collaudi si sta concludendo in maniera positiva, la graduale attivazione di alcuni servizi permetterà di testare la struttura in vista del trasferimento dei ricoverati che avverrà domenica 18 maggio.

Il 5 maggio  sarà già una data importante da segnare sul calendario, perché partiranno servizi come il Laboratorio Analisi, la Banca delle Cornee, la Fisica Sanitaria, l’Anatomia Patologica, la Mensa.

Nella settimana dal 5 al 12 maggio anche il Bar inizierà ad accogliere i clienti, mentre prima del 12 maggio è previsto anche l’avvio del servizio di Accettazione – Front Office.

Dal 12 maggio  saranno attivi i servizi di Medicina Nucleare, Dialisi, l’Attività Ambulatoriale, la Chirurgia Ambulatoriale tra cui anche quella Oculistica.

Il 18 maggio verranno inoltre trasferiti tutti i ricoverati, secondo un cronoprogramma già stabilito che prevede lo spostamento dal “Campo di Marte” prima dei degenti del Dipartimento Medico, poi di quelli del Dipartimento Chirurgico, per proseguire con il Materno Infantile e per chiudere con l’Area Critica.

L’ultima esercitazione per simulare le operazioni di trasferimento - con la fondamentale collaborazione di Misericordie, ANPAS Croce Verde e Croce Rossa e della Protezione Civile del Comune di Lucca - si svolgerà intanto il prossimo 3 maggio.

In vista dello spostamento delle attività sanitarie e dei pazienti dal vecchio ospedale "Campo di Marte" al nuovo ospedale "San Luca",  l’Azienda USL 2 ha anche predisposto un piano particolareggiato per l'effettuazione dei traslochi prima, durante e dopo il trasferimento dei pazienti, con una programmazione dei percorsi, dell'utilizzo degli ascensori, dell'uso degli ingressi e delle aree di parcheggio in piena sicurezza e senza interferenze con i percorsi riservati a utenti e operatori.

A partire da martedì 22 aprile  la ditta che si occupa del trasloco di attrezzature attualmente presenti al "Campo di Marte", potrà utilizzare un numero definito di ascensori e di ingressi/uscite degli edifici del vecchio ospedale e del "San Luca", che saranno necessariamente interdetti ai cittadini e al personale dell'Azienda.

Per il giorno in cui verrà effettuato il trasferimento dei pazienti sono stati ovviamente individuati percorsi specifici riservati al personale del 118 e delle Associazioni di Volontariato, che non dovranno interferire con quelli utilizzati per il trasloco del materiale.

Tutti questi percorsi dedicati saranno adeguatamente  evidenziati sia al "Campo di Marte" che al "San Luca" con opportune segnalazioni e con cartelli che indicheranno anche la durata dell'uso riservato. In questo momento particolarmente delicato alla cittadinanza viene quindi richiesto di prestare la massima attenzione e soprattutto di attenersi scrupolosamente alle indicazioni che verranno fornite.

Condividi su:

Seguici su Facebook