Cannabis terapeutica, dalla Regione le regole per la somministrazione

| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

La Regione detta le regole per la somministrazione della cannabis terapeutica. Lo fa con una delibera, portata dall'assessore al diritto alla salute Luigi Marroni e approvata ieri (10 novembre) dalla giunta, che dà una serie di indirizzi procedurali e organizzativi per l'attuazione della legge regionale n. 18, approvata dal Consiglio regionale nel maggio 2012.

La legge prevedeva che la Regione tutelasse i principi di autonomia e responsabilità del medico nella scelta terapeutica, e dell'evidenza scientifica, e conseguentemente dettasse le disposizioni organizzative realtive all'utilizzo dei farmaci cannabinoidi per finalità terapeutiche da parte degli operatori e delle strutture del servizio sanitario regionale.

La delibera stabilisce che tutti i medici possono prescrivere le preparazioni a base di cannabis, nei limiti previsti dalla normativa nazionale vigente.
Che la prescrizione e l'inizio del trattamento con questi medicinali deve essere eseguita in strutture ospedaliere (o assimilabili) del servizio sanitario regionale, inclusi reparti di degenza, day-hospital o strutture ambulatoriali.
Che nel caso ci sia necessità di proseguire il trattamento farmacologico anche dopo la degenza in ospedale, il medico o la struttura possono attuare una dimissione assistita del paziente e provvedere direttamente alla consegna dei farmaci ritenuti necessari al proseguimento della terapia farmacologica.
Che le farmacie ospedaliere devono attivare tutte le procedure relative all'acquisto o all'importazione delle sostanze medicinali e all'allestimento dei preparati magistrali.

Contatti

redazione@luccacitta.net
mob. 320.8428413
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK