Partecipa a LuccaCittà.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Santini: (SìAmoLucca) "Sosta per residenti e frequentatori del centro, sindaco e assessore gettano la maschera: per loro va bene così"

Tambellini dice che i parcheggi della periferia come Carducci, Palatucci e Don Baroni non sono mai pieni quindi non c'è urgenza

Condividi su:

"Durante la sua tradizionale requisitoria in consiglio comunale, prima il sindaco Tambellini annuncia che si sta valutando la realizzazione di due parcheggi sotterranei, uno di fronte a  Porta S.Pietro l'altro sotto la rotonda del Giannotti, nemmeno cinque minuti dopo, nell'ambito dello stesso intervento, spiega che i parcheggi della periferia come Carducci, Palatucci e Don Baroni non sono mai pieni e anzi spesso semivuoti, cosìcchè tutta questa urgenza di reperire nuovi posti auto a servizio della città e dell'immediata periferia non c'è. Non solo: lo sbandierato piano per un parcheggio nella Manifattura, fulcro della precedente campagna elettorale, è stato detto che non si sa se si potrà realizzare. Se ce ne fosse stato bisogno, l'ennesima conferma che Tambellini e la sua amministrazione sul tema della sosta, come su altri, è in stato confusionale".  Lo sottolinea il capogruppo di SìAmoLucca, Remo Santini, in una nota. "Ma prosegue anche l'atteggiamento arrogante della giunta - commenta Santini - ogni qual volta vengono esposte critiche al suo operato. Il primo cittadino, quando non sa cosa rispondere, si lancia in filippiche sui progetti presentati da altre amministrazioni  anche 15 anni  fa attaccandone i contenuti e le finalità, perché lui invece può farlo, mentre l'assessore Marchini dichiara al microfono che gli altri (ovvero chi non fa parte della maggioranza di centrosinistra)  sono pronti sempre e solo a sbraitare. Insomma, il senso è che loro hanno la verità in tasca, noi solo degli sciocchi che parlano a vanvera. E fanno spallucce alle nostre proposte di studiare provvedimenti per aumentare gli spazi per la sosta a favore dei residenti, dichiarando che a loro interessa portare solo gente in città, non macchine. Evidentemente dei bisogni di chi in centro ci abita e di chi vuole frequentarlo, non gli importa un bel nulla. Un atteggiamento grave". Santini si sofferma anche su un altro aspetto. "Fra l'altro non possiamo nemmeno essere accusati di essere sempre contro a prescindere - spiega - perché l'altra sera proprio in quel consiglio comunale, come SìAmoLucca abbiamo votato a favore del documento di intesa del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) per la provincia di Lucca, in cui sono individuati come fondamentali gli interventi per il raddoppio della ferrovia Lucca-Firenze, la realizzazione degli assi viari e dell'asse suburbano, la regolamentazione della viabilità di quartiere e la costruzione di piste ciclabili oltre a tutti quegli interventi che possano ridurre l'uso dell'automobile privata e il potenziamento dei trasporti pubblici. Non si può infatti non essere d'accordo su queste strategie: il problema è che, per come si è mosso negli ultimi sei anni il Comune di Lucca, le speranze che l'amministrazione faccia sul serio sono poche". Infine un'ultima stoccata. "Mesi fa il sindaco ha annunciato lo studio di fasce orarie sulla circonvallazione per i Tir - conclude Santini - l'altra sera ha detto che questo non è possibile, perché aggraverebbe il carico del traffico in Comuni vicini e una recente sentenza del Tar del Veneto sconfessa un simile provvedimento. Peccato che a Capannori gli stessi divieti siano in funzione da anni, e che i lucchesi ne subiscano da tempo immemore le conseguenze, grazie alla mancanza di risposte decise da parte del sindaco, che del poco coraggio ha fatto il tratto distintivo della sua azione amministrativa".

Condividi su:

Seguici su Facebook