Civitali Paladini e Leone XII, la paranza della mancata programmazione

Parla Massimiliano Bindocci

| Categoria: Politica
STAMPA

Stante l'urgenza improvvisa che si sarebbe creata, la situazione irreversibile  di inagibilità, la priorità assoluta adesso deve essere quella di avere per il 17 settembre una soluzione per i ragazzi ed il personale del Paladini –Civitali, una soluzione che auspichiamo rapida e senza utilizzo di doppi turni, i prefabbricati se non come ultima ratio, escluse tutte le altre soluzioni. Quello che fa sorgere dubbi è il rapido passaggio dalla soluzione della scuola tutta in prefabbricati a due piani come unica soluzione possibile ad una soluzione mista che prevede il Civitali in gran parte ospite del Carrara e il Paladini in prefabbricati monopiano nel parcheggio del Campo di Marte. In pochi giorni ciò che si diceva impossibile è divenuto possibile. Siamo veramente sicuri non siano disponibili aule presso altre scuole lucchesi? Visti i voltafaccia provinciali non è dato escluderlo. E la soluzione del Carrara vede più aspetti controversi che i vantaggi. Ma qualcuno prima di fare dichiarazioni ai giornali fa i dovuti collegamenti?

Ad esempio si esclude il padiglione chirurgico del Campo di Marre, per i lunghi lavori necessari a riadattarlo, ma il comune di Massa dichiara proprio in questi giorni che nel padiglione dell'ex ospedale vogliono metterci quattro scuole ed in tempi rapidi visto che essendo una struttura ospedaliera occorre poco per trasformarla in scuola. Chi dice bugie Massa o Lucca? Non è che l'area del Campo di Marte è intoccabile perché le locali amministrazioni, Provincia e Comune, ne vogliono ad ogni costo favorire la vendita parziale per farci negozi e centri direzionali come sembra voglia la Regione? Ma il Nottolini ad esempio non è semivuoto? La Chelini di S. Vito è a pieno regime?

Alla Manifartura a dicembre dovrebbe esser completato il secondo piano, sono 3880 metri quadri destinati ad una scuola universitaria privata, messi a gara recentemente e non ancora assegnati, ma che potrebbero ospitare comodamente Paladini, Civitali, Leone XII ed altro.

Questo perdere tempo privilegia poi la soluzione onerosa è infelice dei pre fabbricati.

Poi era così improvvisa la pericolosità del Paladini-Civitali? Non è accaduto un terremoto, ma è mancata la manutenzione l'adeguamento necesssario. Non è avvenuta una calamità naturale, ma è successo quello che accade se non si programma la attività per bene.

Ci sono stati  lavori per  900.000 euro nel 2014, pagati in gran parte dalla fondazione CRL, alla fine si dichiarava  in relazione all'edificio "migliore e sicuro, dal punto di vista sia sismico che funzionale. Basti pensare alle catene metalliche messe in corrispondenza delle colonne del primo piano del chiostro interno e che sono visibili a tutti."

Nella relazione definitiva su statica e sismica mandata i primi di giugno dalla S2R alla provincia è scritto: "Relazione Diagnostica consegnata alla Committenza nel Luglio 2017 e aggiornata a Gennaio 2018, ha infatti riguardato l'acquisizione di tutta la documentazione disponibile, il rilievo di dettaglio delle strutture portanti e le indagini sperimentali."   E gli allegati definitivi  A e B sono stati redatti a febbraio 2018. Qualcuno spieghi perché si sono fatti passare i mesi fino al definitivo di giugno.

 Esprimiamo disagio anche per la situazione del LEONE XII, altra scuola corretta a migrare per una pessima programmazione della sicurezza da parte della amministrazione. Una amministrazione che non è stata in grado in questi mesi di favorire una soluzione, mettendo a rischio molte famiglie e posti di lavoro.

Dunque Una maggioranza che degna della amministrazione poi in consiglio comunale non vota nemmeno il massimo impegno e la disponibilità a raccontare in Consiglio cosa realmente è successo, non vota nemmeno le cose che dice di  sostenere, siamo allo sbando, guidati da qualcuno che forse non ha molte prospettive - se non personali - essendo al secondo mandato e con una maggioranza dove la mediocrità imperversa e il tentativo di tappare la bocca alle opposizioni - almeno per quanto mi riguarda - è difficile da realizzare nonostante intentativi ci siano.

Contatti

redazione@luccacitta.net
mob. 320.8428413
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK