Partecipa a LuccaCittà.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Marcia delle Ville 2018 - 42° edizione

Domenica 29 aprile a Marlia uno degli appuntamenti più attesi per gli amanti della corsa e delle passeggiata all'aria aperta

Condividi su:

Con più di 17.000 presenze toccate il 30 aprile 2017 ha battuto tutti i record per le non competitive nella regione. La manifestazione inizia al mattino con la partenza libera alle 8:00 e si protrae fino alle 13:00.
I tre punti cardine di questo successo sono: Il paesaggio, i ristori e l’organizzazione. Tutto questo fa si che la Marcia delle Ville sia un evento podistico, molto partecipato.

PAESAGGIO
La marcia si svolge per lo più sulle colline a nord est della cittadina di Marlia, in un contesto naturale e paesaggistico di rara bellezza, nel quale le molte ville attraversate (dalle quali la marcia prende nome) sono al centro dei vari percorsi di 3,5 -7 -10 – 16 – 20 e 28 Km, e visitarle aumenta la gioia di quanto si và a scoprire passeggiando o correndo.

RISTORI
Nei vari ristori lungo i percorsi fino al ristoro finale sono disponibili svariate quantità di cibo e bevande, dalle torte ai panini e affettati, pasta al pomodoro, frutta, acqua, thé, bibite e vino. I ristori sono uno dei punti all'occhiello della Marcia, data la presenza di un gruppo numeroso di persone a disposizione dei partecipanti.

ORGANIZZAZIONE
Il gruppo podistico Marciatori Marliesi che ha iniziato questo percorso di ormai più di 40 anni, ha ideato nel 1976 la prima Marcia della Villa, riferita ad una sola villa, la “VILLA REALE” che rimane anch’oggi il centro e il simbolo della manifestazione. Il gruppo sportivo ASD Marciatori Marliesi ha circa 80 soci, ma durante la marcia si uniscono circa 250/300 collaboratori , volontari di atre associazioni della piana di LUCCA e non solo. I volontari presidiano i percorsi e i ristori, oltre a dare indicazioni per il percorso e garantiscono la sicurezza di chi partecipa.

Una manifestazione di così importante partecipazione è molto complessa e necessità sia di impegno da parte dell’associazione ma anche dei partner, istituzioni e degli sponsor senza il cui contributo economico non ci sarebbero le risorse per farla.

Condividi su:

Seguici su Facebook