Partecipa a LuccaCittà.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

LA MILLE MIGLIA A LUCCA: UN SUCCESSO

Piero Pelù saluta il pubblico in piazza Napoleone

Condividi su:

Un'intera città in festa ha accolto il ritorno, dopo tre anni di assenza, della Mille Miglia, la corsa più bella del mondo, con le sue 450 vetture storiche, anticipate dalle 150 supercar del Ferrari e Mercedes Tribute. Un appuntamento, coordinato con attenzione, cura e grande dispendio di energie dall'Aci Lucca, che ha mobilitato associazioni, volontari, scuole e che, più in generale, ha coinvolto Lucca e tutti i suoi cittadini.

Numerose le vetture che hanno attraversato Lucca per l'intera giornata, tra cui anche quella presidente di Aci Lucca, Luca Gelli, che ha partecipato a bordo di una Bugatti 32 B del 1928. Acclamato dalla folla riunita in piazza Napoleone, Piero Pelù è sceso dalla sua Alfa Romeo per salutare il pubblico.

Grande la soddisfazione espressa dal direttore di Aci Lucca, Luca Sangiorgio. «E' stata una Mille Miglia eccezionale e tutto questo lo dobbiamo al grande sforzo delle tantissime persone che hanno dato il loro contributo: scuole, associazioni, volontari, delegati dell'Aci, tutti hanno dato il massimo per dare il giusto benvenuto alla corsa più bella del mondo. Dobbiamo, inoltre, ringraziare la città che ha saputo essere, con garbo ed eleganza, un palcoscenico unico per questa vera e propria mostra di arte a quattro ruote».

Le auto hanno sfilato per le vie del centro storico a partire dalle 15.30, regalando alla città uno spettacolo unico di stile ed eleganza. Le vetture sono entrate da porta San Pietro per poi salire sulle Mura all'altezza del baluardo San Colombano. Dopo aver effettuato un giro completo, con prove cronometrate al baluardo San Paolino, le auto hanno proseguito in direzione del Caffè delle Mura per scendere verso Corso Garibaldi e procedere alla volta di piazza Napoleone, attraverso via San Girolamo e piazza del Giglio. In piazza Napoleone è avvenuto il controllo orario, mentre dal palco sono stati presentati gli equipaggi della corsa. Non solo: sempre in piazza Napoleone i partecipanti hanno potuto ammirare il motore a scoppio inventato da Eugenio Barsanti e Felice Matteucci, portato proprio dalla Fondazione Barsanti e Matteucci. Dopodiché la carovana ha raggiunto piazza Anfiteatro, passando da piazza San Michele, piazza San Salvatore, via San Giorgio, via Fillungo e piazza Scalpellini. Ancora avanti quindi alla volta di piazza San Frediano e, attraverso via della Cavallerizza e piazza Santa Maria, le auto sono uscite dal centro storico attraverso porta Santa Maria, in direzione Massarosa e Pietrasanta.

Condividi su:

Seguici su Facebook