Puccini, Giorgi (M5S) al sindaco: "Esigiamo delle risposte"

| Categoria: Politica
STAMPA
printpreview

Continua ad impazzare la questione legata alla guerra pucciniana scaturita di recente intorno al nome del Maestro lucchese.
Tra frecciatine, bordate e comunicati stampa, la queestione è andata avanti forse fin troppo.
Sulla vicenda si espreima anche la consigliera del M5S Lucca, Giorgi.

Sulle sette domande di Colombini del “Puccini e la sua Lucca Festival”, noi come Movimento 5 Stelle in toto ci attendiamo delle risposte quantomeno in Consiglio Comunale. Vedremo se in tale sede il Sindaco  vorrà o meno rispondere alle richieste dei cittadini eletti. In questo speriamo che anche le altre forze di opposizione si uniscano alla nostra richiesta, che vista la gravità dei fatti pensiamo sia una richiesta di quasi tutti i cittadini.

Le parole del Sindaco sono degne di nota giuridica e legale.

In particolare il Sindaco dice: “Non è possibile che il Comune di Lucca dia contributi a un’associazione che fa concorrenza al Comune e alla Fondazione Puccini aprendo un bookshop sotto la Casa museo Puccini.”

Ma il Sindaco sta parlando come Sindaco o come Presidente della fondazione, perché se parla come Sindaco, sta prendendo una grossa cantonata, infatti il suo interesse deve essere rivolto alla città e non può essere in competizione con coloro che come ”Puccini e la sua Lucca festival” lavorano per portare turisti a Lucca e quindi per la città. Se parla come presidente della Fondazione Puccini allora è in palese conflitto d’interessi, cosa c’entra l’eventuale contributo del comune per mantenere l’ingresso gratuito dei lucchesi ai concerti con gli eventuali dispetti che fondazione e festival si stanno eventualmente facendo?

Nel merito, vogliamo ricordare i il principio della sussidiarietà: “In modo generale, la sussidiarietà può essere definita come quel principio regolatore per cui se un ente inferiore è capace di svolgere bene un compito, l’ente superiore non deve intervenire, ma può eventualmente sostenerne l’azione.”

Ed anche ricordare il contratto che sembra far pensare a trattamenti diversi verso singoli od associazioni: “protocollo di intesa finalizzato a garantire continuità del Lucca Summer Festival e Winter Festival fra: il Comune di Lucca, in persona del Sindaco pro-tempore, Prof. Alessandro Tambellini  la Provincia di Lucca, in persona del Presidente pro-tempore, Avv. Stefano Baccelli, il Teatro del Giglio, in persona del Presidente pro-tempore, Dott. Paolo Scacchiotti, Istituto Musicale Luigi Boccherini, in persona del Presidente pro-tempore, Dott. Ugo Giurlani  e “DI and GI srl”, in persona dell’ Amministratore Delegato Domenico D’ Alessandro.”

Allora chiediamo al Sindaco, che ci ha risposto in maniera non chiara alla nostra interrogazione del 20 gennaio 2014, che alleghiamo assieme alla sua risposta dattiloscritta, la Fondazione Puccini è pubblica o privata? Gli chiediamo anche se parla nella risposta a Colombini  come sindaco di Lucca o come Presidente della Fondazione Puccini.

A noi risulterebbe che la fondazione Puccini è pubblica, e allora chiediamo al Sindaco di smentire categoricamente voci circa 3 milioni di euro investiti in azioni di una banca, senza nemmeno passare dal CdA. Come Presidente della Fondazione, sarebbe il responsabile di tale investimento in titolo i azionari, investimento peraltro vietato nel pubblico.

Ma non possiamo esimerci da chiedere anche ad altri noti politici di fare chiarezza, Pietro Fazzi e Franco Mungai sono nel CdA della Fondazione e vogliamo sperare che sentano, almeno loro, la necessità di fare chiarezza.

Altro punto molto grave è l’affermazione del Sen. Marcucci in favore di una fondazione unica che unisca la Fondazione Puccini di Lucca con quella di Viareggio, con la casa natale di Pescaglia e per allungare il brodo mettiamoci anche il Maggio Fiorentino, così si cuccano i soldi all’attivo di quella di Lucca per coprire il buco del Pucciniano di Viareggio e del Maggio e poi si apre la strada per far andare i soldi della Fondazione CRL fino a Firenze e in Fondazione di soldi ce ne sono tantissimi.
La fondazione unica è la soluzione che salva la regione, ripiana i debiti, piano piano svuota la Fondazione CRL, così come venne fatto con il Monte dei Paschi. Oltretutto si ammanta tutto ciò con l’efficentismo renziano e la riduzione dei CdA,direttori,etc.
Occhio Lucchesi ci stanno per fregare e ci domandiamo quale sia il ruolo di Tambellini e del CdA della Fondazione Puccini in tutto ciò.

Laura Maria Chiara Giorgi
M5S Lucca

Contatti

redazione@luccacitta.net
mob. 320.8428413
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK