Partecipa a LuccaCittà.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Capannori, piano telefonia mobile approvato. Individuate 15 aree

Condividi su:

Ieri (29 gennaio) è stato approvato all'unanimità il nuovo piano territoriale per l'installazione Radio Base per la telefonia mobile nel Comune di Capannori, nel pieno rispetto e cura della salute dei cittadini.

La seduta è iniziata con la lettura di un intervento da parte della consigliera di maggioranza, Giulia Volpi sul Giorno della Memoria e sulla necessità di mantenere vivo il ricordo della Shoah e degli  orrori della seconda guerra mondiale.

Il piano di telefonia mobile illustrato dall'assessore  all'ambiente, Matteo Francesconi  e realizzato a fronte di nuove richieste di installazione di impianti sul territorio comunale presentate dalle varie compagnie telefoniche,  intende regolamentare, per  quanto consentito dalla legge che con il decreto 'Sblocca Italia' di fatto consente  ampio potere di azione ai gestori, le nuove installazioni in  modo che i ponti radio siano posti in luoghi il più lontano possibile da zone sensibili a tutela dei cittadini e del paesaggio. 

Dopo un'analisi dello stato attuale delle reti presenti sul territorio e la descrizione dei piani di sviluppo presentati dalle compagnie telefoniche, il piano individua 15 ipotesi di localizzazione di nuovi impianti di telefonia mobile di cui 11 su aree comunali, che consentiranno all'amministrazione comunale di indicare il posizionamento preciso qualora altre valutazioni richiedessero il rispetto di particolari esigenze.
Da un punto di vista tecnico il piano è stato illustrato da un tecnico della società Polab.

“L'attuale normativa dà praticamente mano libera alle compagnie telefoniche nella scelta dei siti dove installare gli impianti  - ha dichiarato l’assessore all'ambiente Matteo Francesconi  - e l'unico strumento in possesso degli enti locali per governare il processo  è l' approvazione di un piano comunale che nel garantire le coperture ai servizi assicuri al contempo le condizioni di massima cautela per le esposizioni della popolazione  ai campi elettromagnetici per minimizzare l'impatto ambientale. Per questo il piano privilegia  la collocazione degli impianti in aree pubbliche lontane da luoghi sensibili. Questo, oltre ad essere una garanzia di sicurezza per i cittadini, permette al Comune di effettuare controlli sulle emissioni elettromagnetiche. Già a partire dal mese di febbraio daremo il via ad un monitoraggio delle emissioni e, a breve, realizzeremo anche una campagna di informazione sull'utilizzo corretto del cellulare nelle scuole.  Attività che potremo realizzare con gli eventuali introiti provenienti dai canoni di affitto versati al Comune dalle compagnie telefoniche.   Senza questo piano gli operatori telefonici  potrebbero installare i ripetitori sul nostro territorio con maggiore libertà dando vita ad una proliferazione ‘selvaggia’, per cui è importante che oggi il consiglio comunale abbia approvato il piano che ci consente di fare tutto quanto possibile per minimizzare l'impatto ambientale”.

Le  15 ipotesi di localizzazione contenute nel piano  sono: 
località  'Pizzorne' , Vodafone, area privata;
parcheggio di Matraia, Wind, area comunale;
Valgiano, Wind, area comunale;
parcheggio del cimitero di Petrognano, Wind, area comunale;
parcheggio cimitero di Marlia, Vodafone, area comunale;
cimitero di Lappato, Wind, area comunale;
Lappato-Lecceto, Wind, area privata;
parcheggio del Polo tecnologico a Segromigno in Piano H3G, area comunale;
campo sportivo di Lammari, Telecom, area comunale;
parcheggio del cimitero di Lunata, Vodafone, area comunale, parcheggio cimitero di Capannori, Vodafone e H3G, area comunale;
parcheggio Carraia, zona industriale, H3G, area comunale;
campo sportivo di Vorno Vodafone, area comunale;
parcheggio del cimitero di San Leonardo in Treponzio Vodafone, area comunale;
Centrale Telecom, San Leonardo in Treponzio, Telecom, area privata;
località Monte Serra, Vodafone, area privata.

Condividi su:

Seguici su Facebook